Vacanze nell’Oltresommo…negli anni Cinquanta!

  • Canzi Panorama Nosellari Oltresommo

Come passavano l’estate i ragazzi di Nosellari degli anni Cinquanta? Molti andavano in alpeggio, dove portavano al pascolo le mucche. Ci racconta com’era questa esperienza Fausto, un nostro amico che vive a Nosellari da sempre.

Ricordo che da ragazzo, a 11 anni, fui mandato da una famiglia ai Longhi, sopra Cappella, distante circa sette chilometri da casa. Avevo da portare al pascolo cinque vacche e quattro pecore. Giovane com’ero non era di sicuro un piacere, ma si doveva accettare per forza. A mezzogiorno, dopo aver mangiato, dovevo “pelare” un fascio di rami di faggio per dare le foglie, come foraggio, alle bestie. Dopo cena dovevo portare il latte al caseificio, dopo di che, per una mezzoretta, potevo giocare con i ragazzi dei dintorni. Ma appena faceva buio, subito a letto. Dicevo le mie orazioni e il più delle volte mi addormentavo prima di averle finite. Alla fine della stagione, dopo circa tre mesi, tornai a casa per l’inizio della scuola. Il guadagno di quel lavoro fu un paio di scarpe di tela e il cibo che i miei genitori avevano risparmiato non avendomi a casa.

2018-01-23T17:43:36+00:00