Carbonare

Si trova a 2km da Nosellari a 1076 m s. l. m. questa piccola frazione è sorta, dividendosi in tre zone sull’incrocio delle strade che portano rispettivamente a Trento, Folgaria e quindi Rovereto: la zona dei Girardi; Lavarone e quindi Asiago, la zona dele Carbonare; Nosellari e poi in Veneto e la zona dei Zobeli.

La frazione ha origini antichissime infatti sono stati ritrovati resti di accampamenti preistorici nella località Cogola. Gli antichi antenati tedesco-cimbri chiamavano la località Kan Kohligen, col significato il ‘luogo delle carbonare’, cioè luogo in cui si produce il carbone di legna. Stiamo parlando della storia più lontana del centro frazionale, successivamente affiancata dall’attività, dei Müestar, cioè degli artigiani produttori di attrezzi da lavoro e oggetti di legno d’uso casalingo e alpestre.

Da molto tempo a Carbonare non si fanno né carbone né attrezzi di legno. La località ha piuttosto sviluppato una propria vocazione turistica ricettiva. Le attività tuttora attive sono due alberghi, due bar, due negozi di alimentari, un bazar e una sartoria.

Come eventi questo paesino propone La Fiera del 5 ottobre; il mercato tutti i martedì in estate; la Festa Campestre in agosto; la Motorada in maggio. Inoltre Carbonare fa parte della Degustando l’Oltresommo e della 100km dei Forti. Dispone anche di un centro di equitazione aperto in estate, di campi da tennis e da bocce nonché di pallavolo. Da segnalare, in zona, la presenza di alcuni interessanti percorsi tematici quali il Sentiero dell’acqua (lungo il torrente Astico) e i percorsi Grande Guerra 1 e Grande Guerra 2 a testimonianza del primo grande conflitto mondiale che qui ha lasciato varie testimonianze, come l’ex cimitero militare Al Bosco e, in una profonda e suggestiva forra naturale, il Comando di Virti.

 

2018-08-28T08:07:27+00:00